venerdì 26 agosto 2011

Ho terminato il processo di disintossicazione: Giuseppe Cruciani e David Parenzo vi saluto!

A dire il vero ci ho messo un pò ma alla fine oggi ci sono riuscito.

Premessa - fino a qualche anno fa non guidavo l'auto quasi mai e di conseguenza non ascoltavo quasi mai la radio. Le poche volte che la accendevo avevo serie difficoltà a trovare qualcosa di interessante da ascoltare, a parte la musica. Poi iniziai a spostarmi di più in auto e nacque Radio24, da allora mi fa sempre compagnia solo la radio del Sole24ore.

Ascolto con piacere tutte le trasmissioni, i frequenti (prima di più) radiogiornali e gli aggiornamenti dalla borsa. A dire il vero ci sono un paio di trasmissioni che non sopporto: salute e benessere e quella sullo sport, ma in linea di massima ho sempre promosso tutte le trasmissioni a pieni voti e tra questa La Zanzara era sul podio.

Il gradimento per la zanzara è andato via via scemando, per mesi ho continuato ad interrogarmi sulle motivazioni che portavano il direttorissimo Cruciani ed il suo autore ad insistere col portare avanti le loro nuove assurde idee sui contenuti della trasmissione. Non riuscivo proprio a spiegarmi come non si rendessero conto che i commenti negativi sulla conduzione espressi dal 90% dei radioascoltatori che chiamavano, non potevano essere frutto di caso, coincidenza o semplice espressione di una piccola nicchia.

Sono certo che Cruciani avrà riascoltato le puntate andate in onda durante le sue ferie. Avrà sentito tutti i radioascoltatori gioire della sua assenza e fare i complimenti al suo sostituto per avere riportato la trasmissione su binari interessanti.. Ma anche questo non è servito, il suo ritorno ha, se possibile, peggiorato ancora di più la situazione.

Poi oggi mentre ascoltavo la trasmissione, diretto alla casa al mare, ho avuto un'illuminazione! Ascoltare Scilipoti gridare cretino ad un Parenzo sbellicato dalle risate, e subito dopo sorbirsi una lunga intervista al divino Otelma, mi hanno fatto realizzare che la linea di Radio24 è chiarissima. L'obiettivo è quello di sostituire il limitato numero di radioascoltatori che apprezzano tanto la serietà e la professionalitá dei giornalisti della radio del Sole24ore con la, sicuramente enormemente maggiore, platea composta dagli appassionati del grande fratello, delle liti televisive, del volgare e sguaiato Sgarbi, del TG1 di Minzolini, delle maratone televisive su qualunque tipo di crimine che riguardi giovani donne e bambini e così via. Del resto, anche in radio è lo share che conta, è il numero degli ascoltatori che ti segue che paga i conti.

Così, per la prima volta anche se mi ero ripromesso di farlo moltissime volte, ho spento la radio, inserito un cd e mi sono ascoltato una fantastica versione live di Viva l'Italia cantata tra gli altri da De Gregori, la Mannoia e Pino Daniele.

Spegnete anche voi.. ormai tanto è chiaro che le cose non cambieranno!

2 commenti:

PaoloVE ha detto...

Buongiorno,

il mondo è pieno di ex ascoltatori della Zanzara: l'AntiZanzara era un magnifico blog nato da un fedele ascoltatore della Zanzara, che amava commentarne i contributi, e che Cruciani ha di fatto "ucciso" affogando i contenuti della trasmissione nel cabaret di basso livello.

http://antizanzara.blogspot.com

Un piccolo nucleo di transfughi (ed orfani dell'AntiZanzara) si ritrova invece sul mio blog (dove, se vuoi, sei ovviamente il benvenuto):

http://acutocomeunapalla.blogspot.com

Resta il fatto che, son convinto, a fronte di molti che abbandonano, credo che siano di più quelli che ingrossano l'audience della trasmissione.

Ciao

Paolo

Marco ha detto...

Ciao,

grazie per la segnalazione del tuo blog, più tardi faccio un salto.

Per quanto riguarda lo share della 'nuova zanzara', come scrivevo nel mio post, sono anche io convinto che il numero dei nuovi radioascoltatori effettivi e potenziali sia molto più alto rispetto a quello che può raggiungere una trasmissione seria.

Ciao.