venerdì 5 ottobre 2007

"Mastella e Cuffaro testimoni di un mafioso"

Devo dire che ogni volta che sento parlare Marco Travaglio mi ricordo del perchè non voglio ascoltare le persone come lui. Questo è un estratto del suo discorso durante il V-day di giorno 8 Settembre:

[Mastella] ..."aveva notato un ragazzino a Villabate, in provincia di Palermo, molto promettente: era presidente del consiglio comunale di Villabate che è stato sciolto per mafia; poi è stato ricostituito il consiglio comunale, lui era di nuovo presidente, è stato di nuovo sciolto. Questo ragazzo si chiama Francesco Campanella ed è il braccio destro del boss di Villabate che si chiama Nino Mandalà. Poi, a tempo perso, faceva il politico in consiglio comunale naturalmente nell'UDEUR. Mastella l'ha voluto premiare, perché questo ragazzo meritava un premio, dunque l'ha fatto segretario nazionale dei giovani dell'UDEUR. Io non so se esistano questi giovani dell'UDEUR ma il segretario nazionale esiste ed è Campanella. Campanella adesso è in galera perchè è un mafioso e quando si è sposato aveva come testimoni di nozze da una parte Mastella e dall'altra Totò Cuffaro. Pensate che matrimonio: in mezzo c'è un mafioso, da una parte il futuro ministro della Giustizia e dall'altra il futuro governatore della Sicilia."

Non viene voglia di non starlo ad ascoltare?

Chi invece lo vuole ascoltare può guardare il video su youtube.

2 commenti:

Kingsun ha detto...

http://maxcostidellapolitica.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

tu sei un pò tonto.